Musica Brasile mostra il tuo volto: analisi e interpretazione dei testi

Musica Brasile mostra il tuo volto: analisi e interpretazione dei testi
Patrick Gray

"Brasil" è stata composta da Cazuza, George Israel e Nilo Romero alla fine degli anni Ottanta (più precisamente nel 1988).

La canzone era una sorta di manifesto politico e sociale creato in un momento molto particolare della storia del Paese: si trattava del periodo di ridemocratizzazione del Brasile, volevamo lasciarci alle spalle il passato segnato dalla dittatura militare e camminare verso un futuro libero e democratico.

Il brano è la sesta traccia del CD Ideologia, pubblicato nel 1988, e si stima che ad oggi l'album abbia venduto oltre 2 milioni di copie, un numero impressionante per il mercato nazionale.

Lettera

Non sono stato invitato

Per questo povero partito

Che gli uomini hanno istituito

Per convincermi

Pagare senza vedere

Guarda anche: Morale della storia dei tre porcellini

Tutto questo farmaco

Che è già stato individuato

Prima di nascere

Non mi è stato offerto

Non una sigaretta

Sono rimasto in piedi davanti alla porta

Parcheggiare le auto

Non mi hanno eletto

Testa di niente

La mia carta di credito

È un rasoio

Brasile!

Mostra il tuo volto

Voglio vedere chi paga

Quindi possiamo rimanere così

Brasile!

Qual è la vostra attività?

Il nome del suo partner?

Fidati di me

Non sono stato invitato

Per questo povero partito

Che gli uomini hanno istituito

Per convincermi

Pagare senza vedere

Tutto questo farmaco

Che è già stato individuato

Prima di nascere

Non mi hanno disegnato

La ragazza di Fantastico

Non sono stato corrotto

È la fine per me?

Guardare la TV a colori

Nella taverna di un indiano

Programmato

Solo per dire "sì, sì"

Brasile!

Mostra il tuo volto

Voglio vedere chi paga

Quindi possiamo rimanere così

Brasile!

Qual è la vostra attività?

Il nome del suo partner?

Fidati di me

Grande patria

Non importante

In nessun momento

Ti tradirò

No, non ti tradirò

Brasile!

Mostra il tuo volto

Voglio vedere chi paga

Quindi possiamo rimanere così

Brasile!

Qual è la vostra attività?

Il nome del suo partner?

Fidati di me

Brasile!

Mostra il tuo volto

Voglio vedere chi paga

Quindi possiamo rimanere così

Brasile!

Qual è la vostra attività?

Il nome del suo partner?

Fidati di me

Fidati di me

Brasile!

I testi arrabbiati di Cazuza denunciano la disuguaglianza finanziaria, l'ingiustizia sociale e il comportamento corrotto della classe politica brasiliana.

È stato creato durante la transizione dalla dittatura alla democrazia, quando la popolazione chiedeva a gran voce l'attuazione del voto diretto.

Non sono stato invitato

Per questo povero partito

Che gli uomini hanno istituito

Per convincermi

Il partito povero, a cui si fa riferimento nella canzone, risale al periodo del collegio elettorale istituito per l'attuazione del voto indiretto.

Infatti, Tancredo Neves, il futuro presidente del Brasile previsto per il marzo 1985, doveva essere eletto per via indiretta, senza la partecipazione della volontà popolare. Tancredo morì prima di entrare in carica e la persona che assunse il comando del Paese tra il 15 marzo 1985 e il 15 marzo 1990 fu José Sarney.

Vale la pena ricordare che l'anno "Brasile" è stato anche l'anno della creazione della Costituzione Federale, documento fondamentale per il consolidamento di nuove basi per il Paese dopo anni di un regime crudele imposto con la forza.

Quello che i media dell'epoca chiamavano "partito della democrazia" fu ribattezzato da Cazuza come "partito dei poveri", per dimostrare la sua personale insoddisfazione nei confronti della direzione del Paese. Il testo non è quindi solo una critica ai politici, ma anche ai media.

Il testo è molto significativo perché, mentre celebra i diritti conquistati con la caduta della dittatura, mostra l'indignazione di non avere ancora il futuro desiderato a livello politico.

Il coro

Brasile!

Mostra il tuo volto

Sarebbe stato impossibile cantarlo durante gli anni di piombo della dittatura militare, un periodo segnato da una censura estrema, dall'esilio degli artisti e dalla tortura ed espulsione degli intellettuali. I versi incoraggiano il popolo a lasciarsi alle spalle la paura e a esprimersi liberamente, senza temere la repressione.

C'è chi interpreta questa parte della canzone come un incentivo per i politici a mostrarsi davvero per quello che erano, lasciando finalmente trasparire il loro vero volto, mostrando le ideologie che li muovevano senza paura di ritorsioni.

Il testo continua a fare riferimento a quel tragico periodo della nostra storia e allude a coloro che hanno finanziato la nostra disgrazia. Quando Cazuza dice:

Voglio vedere chi paga

Quindi possiamo rimanere così

è una chiara allusione ai Paesi imperialisti che hanno finanziato le dittature militari in America Latina (Brasile, Cile, Argentina...). Oggi sappiamo già (e all'epoca lo sospettavamo) che gli Stati Uniti erano dietro la politica di quello che consideravano il terzo mondo, fomentando guerre e influenzando la caduta o l'ascesa dei presidenti.

Quando il compositore dice:

La mia carta di credito

È un rasoio

Questa strategia apparentemente semplice ha fatto sì che alla fine del mese si ritrovassero indebitati, ostaggio di tassi di interesse estremamente elevati.

Guarda anche: Tutti i 9 film di Tarantino ordinati dal peggiore al migliore

In un periodo in cui gli scandali politici facevano parte della vita quotidiana della popolazione, la coraggiosa musica di Cazuza è un inno di suffragio e di rivolta.

Purtroppo possiamo affermare che, quando si tratta dell'attuale scenario politico, i testi di Cazuza rimangono estremamente attuali e continuano a toccare i punti chiave del nostro Paese.

Dietro le quinte della creazione

Nilo Romero, uno dei partner di Cazuza nella creazione della canzone, ha commentato la composizione:

"Questi testi sono nati dal bisogno di Cazuza di usare la sua sensibilità per scrivere qualcosa che fosse segnato nella vita di ogni brasiliano. Come se fosse un inno all'intolleranza di fronte alla scarsa considerazione delle persone che prendono le decisioni nel Paese".

La canzone "Brasil" è stata originariamente realizzata per il film "Rádio Pirata", da Lael Rodrigues, ma è diventata veramente nota con la voce di Gal Costa quando ha fatto parte dei titoli di testa della soap opera della rete Globo "Vale Tudo".

Ma non è stato solo grazie al richiamo della telenovela scritta da Gilberto Braga e Agnaldo Silva che la canzone di Cazuza è diventata famosa nel Paese.

Il 6 gennaio 1989, nell'attesissimo ultimo capitolo di Vale Tudo, andò in onda una scena che è passata alla storia della drammaturgia.

Il cattivo, Marco Aurelio, allora interpretato da Regildo Faria, prese un jet privato e fuggì dal Brasile, regalando una banana a chi assisteva alla scena. Sapete qual è stata la colonna sonora scelta per illustrare il momento? Brasil mostra a tua cara.

9 La telenovela Banana Vale Tudo

Contesto storico

Nell'ottobre del 1988, lo stesso anno in cui fu scritta la canzone "Brasil mostra a tua cara", fu istituita la Costituzione dei cittadini, responsabile della democratizzazione del Paese dopo tanti anni di dura dittatura militare.

Il periodo è stato segnato anche dal movimento Diretas Já (Elezioni dirette ora), che chiedeva elezioni dirette nel 1985. La popolazione voleva poter votare direttamente per uno dei tre possibili presidenti: Paulo Maluf (candidato del PDS), Ulysses Guimarães (candidato del PMDB) e Tancredo Neves (candidato del PP).

Cazuza era pubblicamente contrario al collegio elettorale, che voleva eleggere il candidato alla presidenza per via indiretta.

Album ideologico

Il terzo album da solista di Cazuza, che contiene la canzone Brasil, si intitola Ideologia ed è stato pubblicato nel 1988 su etichetta Philips Records.

La produzione, diretta da Cazuza, Nilo Romero ed Ezequiel Neves, ha ricevuto il Premio Sharp per il miglior album dell'anno.

In merito alla creazione, Cazuza ha dichiarato in un'intervista dell'epoca:

"Questo disco doveva essere registrato il 15 ottobre [1987], ma poi ho avuto una ziguizira, sono stato ricoverato in ospedale negli Stati Uniti e sono tornato solo a dicembre. Ma poi la mia vita è stata diversa. Ho scritto diversi testi negli Stati Uniti e dopo essere arrivato qui ho preparato due canzoni a settimana, prima di entrare in studio. Ho fatto cose diverse, anche canzoni romantiche, ma a modo mio". IAvevo circa quattro composizioni pronte prima del viaggio, ma del progetto iniziale ho tenuto solo il titolo: 'Ideologia'".

Il gruppo che ha registrato l'album Ideology era composto da:

  • Cazuza (voce)
  • Nilo Romero (basso)
  • Ricardo Palmeira (chitarra)
  • William Magalhães e João Rebouças (tastiere)
  • Sergio Della Monica e Claudio (batteria)

La copertina era stata disegnata da Luiz Zerbini e riportava una serie di simboli profondamente distintivi, dalla svastica al simbolo della Pace e dell'Amore e alla falce e martello.

Copertina dell'album Ideology.

I brani dell'album sono i seguenti:

1) Ideologia

2) Buone notizie

3) Il delitto dei fiori

4) L'orecchio di Euridice

5) Guerra civile

6) Brasile

7) Un treno per le stelle

8) Vita facile

9) Blues della pietà

10) Grazie (per essertene andato)

11) Il mio fiore, il mio bambino

12) Partecipa al mio spettacolo

La cultura del genio in Spotify

Colpi di Cazuza

Conoscere anche




    Patrick Gray
    Patrick Gray
    Patrick Gray è uno scrittore, ricercatore e imprenditore con la passione di esplorare l'intersezione tra creatività, innovazione e potenziale umano. Come autore del blog "Culture of Geniuses", lavora per svelare i segreti di team e individui ad alte prestazioni che hanno ottenuto un notevole successo in una varietà di campi. Patrick ha anche co-fondato una società di consulenza che aiuta le organizzazioni a sviluppare strategie innovative e promuovere culture creative. Il suo lavoro è stato presentato in numerose pubblicazioni, tra cui Forbes, Fast Company e Entrepreneur. Con un background in psicologia e affari, Patrick apporta una prospettiva unica alla sua scrittura, fondendo intuizioni basate sulla scienza con consigli pratici per i lettori che vogliono sbloccare il proprio potenziale e creare un mondo più innovativo.